Uno dei temi che riesce a dividere maggiormente gli appassionati di Harry Potter è l’ipotesi di un eventuale futuro reboot della saga cinematografica. Hypable, che come al solito propone articoli di grande interesse e dibattito, ha spiegato in 7 punti perché desiderare un reboot della saga. Cliccate su Leggi Tutto!

Ecco i 7 motivi a favore di un reboot e le considerazioni dello staff di Hypable:

1. La saga è completa

Questo potrebbe essere in realtà il nostro solo e unico motivo. Fino alla pubblicazione dei Doni della Morte la storia non era completa per noi irriducibili fan, quindi come potevano i produttori sapere cosa sarebbe stato importante e cosa no, prima che la storia fosse effettivamente finita? Certo, J.K. Rowling dava loro alcuni utili suggerimenti, ma abbiamo solo bisogno di ricordare il disastro del Peggior Ricordo di Piton per capire che la loro unica strategia del ‘Chiedere a Jo’ non ha sempre funzionato. Fare un adattamento con il senno di poi darebbe alla produzione e agli sceneggiatori una comprensione completa degli sviluppi dei personaggi e della storia. Come puoi assumere un attore nella Pietra Filosofale senza sapere cosa farà nei Doni della Morte? Per non menzionare la parola magica ‘anticipazione’. J.K. Rowling è stata la padrona dell’anticipazione e per tutta la durata della saga ci ha lasciato minuscoli indizi da raccogliere lungo la strada. Chi può biasimarci se vogliamo vedere alcuni di questi elementi apparire nei film?

2. Creare un adattamento veramente magico

Uno degli elementi più importanti dei film di Harry Potter è ovviamente la magia. E dal momento che la magia non esiste realmente, spetta ai creatori dei film portare la magia in vita in qualunque modo scelgano di farlo. Invece di luci lampeggianti, fumo e specchi, i film di Harry Potter hanno utilizzato forme di magia più specifiche, come scale che cambiano direzione o bacchette che funzionano come pistole. E mentre tante persone apprezzano i parallelismi con il mondo reale, considerando la magia quasi come un sostituto della tecnologia, non possiamo non pensare che, essendo state rappresentate in questo modo, alcune magie sono andate perdute. Chiamateci antichi, ma ci piace che la magia sia un po’ meno reale e un po’ più magica. Vogliamo complicati incantesimi che fanno cose colorate. Vogliamo cerchi e curve, non quadrati e linee rette. Dal punto di  vista visivo, un reboot potrebbe andare in una direzione completamente differente rispetto all’originale, e noi saremmo i primi a dare il benvenuto a questo cambiamento.

3. Avere la visione di un unico regista

Con otto film diversi girati nell’arco di 10 anni, non è fattibile immaginare che sarebbe potuto rimanere uno stesso regista al timone di tutti i film. E noi siamo pronti a scommettere che ben pochi di voi sarebbero stati felici se Chris Columbus fosse stato alla guida per tutti i sette libri. Avere registi diversi ha permesso ai film di concentrarsi su aspetti e stati d’animo differenti, ma quando riguardiamo la saga non ci si può trattenere dal notare alcune incongruenze. È difficile lasciarsi immergere in un mondo che, be’, in realtà, non è affatto un unico mondo, ma quattro diverse versioni di esso. Invece di fare della saga cinematografica un processo di apprendimento e un’occasione per i registi di sperimentare stili diversi, potremmo avere una visione completa questa volta. Dovremmo entrare nel mondo di Harry quando ha 11 anni e non lasciarlo fino a che ne ha 17, e non sentirci tirati dentro e fuori dalle diverse immaginazioni dei registi. Dopotutto, Harry Potter non sarebbe stato altrettanto appassionante se a metà strada un altro autore avesse preso le redini della storia, no?

4. Trovare un nuovo cast impegnato e di talento

Parliamo proprio di te, Michael Gambon. Non ci importa della giustificazione ‘Non aveva bisogno di leggere i libri, c’era già tutto nella sceneggiatura’. Se un attore non ha la volontà leggere la saga, personalmente non lo vogliamo in questo progetto. È troppo speciale per troppe persone. Vogliamo un cast appassionato, ben informato, attori a cui non importa essere considerati ‘seri’, ma che si preoccupano soltanto della storia in se stessa. E tanto che siamo in argomento, non dimentichiamoci della nostra piccola fissazione: fare una scrupolosa ricerca per il gruppo di bambini. Capiamo che è difficile dire a 9, 10 o 11 anni che tipo di attore diventerà un bambino quando avrà 19 o 20 anni, ma non è una scusa per ingaggiare le persone solo in base al colore dei loro capelli. Questa è la storia di Harry e Harry e i suoi compagni occupano lo schermo per la maggior parte del tempo. Purtroppo a essere completamente oggettivi, bisogna dire che gli attori più giovani erano spesso i collegamenti più deboli nei film. La prossima volta vorremmo vedere un nuovo gruppo di attori molto più di talento.

5. Inserire le informazioni extra

Pottermore chi? No, non è il posto da cui vogliamo che arrivino le informazioni extra. Naturalmente uno dei più grandi ostacoli che un reboot della saga potrebbe affrontare è che l’intera storia ci è già stata raccontata. Non solo sulla pagina, ma anche visivamente – abbiamo praticamente visto qualsiasi cosa il mondo di Harry avesse da offrire (ad eccezione, ovviamente, degli elementi che sono stati tagliati dalla storia, come la festa di Complemorte, la storia dei Dursley, il C.R.E.P.A.). Con i nuovi film si avrebbe, però, occasione di focalizzarsi su parti differenti della storia: sviluppare di più i personaggi secondari, riservando loro alcuni momenti che facciano riferimento al passato che a questo punto (grazie a Pottermore) in maggior parte ci è già stato rivelato. J.K. Rowling sarebbe sicuramente in grado di provvedere a tutti i pezzi mancanti. Ci siamo separati da questi film con la sensazione che ci fossero molte cose nascoste sotto la superficie, come se ogni parte di ogni singola scena offrisse tantissimi elementi che solo un vero fan sarebbe stato in grado di interpretare e apprezzare.

6. La possibilità di provare un diverso medium

L’adattamento cinematografico è la prima cosa a cui puntano gli studios quando acquisiscono i diritti di qualcosa, perché è la strada per fare più soldi. E va bene così, non portiamo rancore verso gli studios cinematografici e i grandi capi che fanno semplicemente il loro lavoro. Ma chi ha detto che un film è il miglior modo per esplorare il viaggio di Harry? Sono stati fatti i film, ma forse si potrebbe provare qualcos’altro (o forse si potrebbe cercare di fare i nuovi film molto, molto meglio). Ora che il primo tentativo è stato fatto, possiamo discutere a proposito di quale piattaforma riuscirebbe veramente ad adattare Harry Potter. […] I film sono stati fatti e allora perché non provare qualcosa di diverso? Ad esempio, una miniserie televisiva che ci darebbe l’opportunità di mostrare ogni libro in sei o otto ore. Oppure una serie tipo Il Trono di Spade, o la divisione di ogni libro in due film. Non stiamo dicendo che ogni medium funzionerebbe come piattaforma per Potter, ma, con una saga cinematografica già conclusa, possiamo almeno parlare delle varie possibilità e provare a trovare il medium più adatto.

7. Celebrare Potter, non sensazionalizzarlo

Non possiamo negare che la saga è stata (e continua a essere) una miniera d’oro. Le persone possono continuare a far finta che sia per bambini, ma non cambia il fatto che tutti hanno amato la storia. Anche coloro i quali sono stati coinvolti nei film hanno amato la storia, ma qualche volta si sono lasciati un po’, come possiamo dirlo, prendere la mano. E qualche altra volta le intenzioni dei sovraeccitati produttori esecutivi della casa cinematografica o degli ambiziosi registi non sono state il massimo per una saga amata come Potter. Non vogliamo vedere decine di migliaia di Mangiamorte che prendono d’assalto il castello nei Doni della Morte, o Bellatrix che distrugge la Sala Grande nel Principe Mezzosangue, o ancora Ginny che fa esplodere l’intera Sala delle Profezie nell’Ordine della Fenice. A essere sinceri non ci importa se un reboot di Potter non ha la vasta portata epica del Signore degli Anelli o di Narnia. È proprio ciò che ci piace nei libri: sono basati sui personaggi e hanno un’impronta prettamente personale. Onestamente, ci piacerebbe vedere dei film che realmente celebrino cosa amiamo di Potter senza nulla che esplode o le facce di Voldemort e Harry che si fondono insieme. E se questo porta a una storia leggermente più ridotta, ma più coerente, tanto meglio.

E voi siete a favore di un reboot della saga? Con quali di questi punti siete d’accordo?
Fateci sapere il vostro parere e restate con noi… presto scoprirete i motivi per cui un reboot della saga di Harry Potter non dovrebbe essere fatto.

Verysnape

60 Risposte

  1. linpa88

    Assolutamente no. Soprattutto con il fatto di trovare un nuovo cast, ormai abbiamo imparato ad amare la saga con i volti degli attori e io personalmente non riuscirei a vedere gli stessi personaggi interpretati da qualcun altro.

    Rispondi
    • Verysnape

      Sono d’accordo, la maggiore resistenza al reboot è dovuta al fatto che, per quanto alcuni attori si allontanino dall’idea che mi ero fatta leggendo i libri, non riuscirei a vederli con il volto di altri… Mi sembrerebbe comunque una parodia

      Rispondi
      • pottertitti

        veramente, alcune interpretazioni e certi pezzi di sceneggiatura sono così ridicoli che sarebbe difficile dare una peggiore impressione…

      • Angie

        concordo! in parte XD
        insomma, non mi piace proprio l’idea di un reboot, soprattutto così presto e di una saga oramai conclusa e inserita nell’immaginario collettivo MA, cavoli dopo alcuni strafalcioni attoriali e DI SCENEGGIATURA mi vien davvero spontaneo dire “che occasioni sprecate”
        anche se il punto sul cast è quello che meno condivido, son stati quasi tutti attori brillanti e vantano presenze veramente importanti oltre che azzeccatissime!

    • Bea Potter- JinxYew4068-LuNA

      Sarebbe una buona idea se i vecchi attori del cast avessero ancora 11 anni!

      Rispondi
    • Ginevra

      Secondo me i film sono belli anche per le loro incongruenze! Un film che dice quanto e più dei libri non ha senso, altrimenti perché leggere il libro? E poi ormai Harry Potter è un volto, così come tutti i personaggi principali! E’ come se cambiassero la faccia di Topolino (Mickey Mouse)… sarebbe insensato!

      Rispondi
    • Alyson

      Giustissimo :) Ormai ci siamo affezionati a loro, abbiamo vissuto magnifiche esperienze assieme a loro, li abbiamo amati per quello che hanno fatto. Vedere persone diverse interpretare i ruoli dei personaggi di HP non mi sembra nè bello nè giusto, perchè loro hanno avuto successo e sono stati amati per come hanno interpretato il personaggio loro assegnato; sarebbe come dire che quegli attori non hanno saputo fare il loro lavoro e non hanno conquistato il pubblico, cosa ovviamente non vera. u_u

      Rispondi
  2. Cherry

    Io sono molto favorevole da tempo ad un reboot in versione serie tv: il lavoro fatto con l’adattamento delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (Game of Thrones) testimonia come sia il modo migliore per trasporre libri così articolati e zeppi di informazioni.
    La verità è che con questa saga si è già fatto un buon lavoro, se parliamo di film: non si poteva fare molto di più con quel poco tempo a disposizione.
    Una serie tv sarebbe un modo interessante per sviluppare più approfonditamente l’universo di Harry Potter. Poi ve l’immaginate fatta tra diversi anni, con qualche cameo dei protagonisti dei film?

    Rispondi
    • Fanny

      Non sono affatto d’accordo! L’idea della serie tv, secondo me, andrebbe solo a sminuire la grandezza della saga! Ed è un’idea assurda soprattutto dopo la trasposizione cinematografica! Una serie tv potrebbe mai superare otto film con una scenografia, degli effetti speciali, una fotografia, un montaggio superlativi?! Ok che sono due discorsi completamente diversi, ma se ne sarebbe potuto parlare solo al momento di scegliere “film o telefilm” nel 2000-2001… e secondo me, senza la trasposizione cinematografica, purtroppo, molti non sarebbero venuti a conoscenza della saga, cosa che è invece è accaduta in questi anni; nonostante la trasposizione non abbia niente a che vedere con la saga letteraria, il telefilm non avrebbe comunque assolutamente reso giustizia ai libri.
      E gli attori non possono essere rimpiazzati! Harry, Hermione, Ron, Sirius, Hagrid, Silente, la Mcgranitt, Voldemort li abbiamo conosciuti attraverso i libri e per come sono stati magistralmente interpretati nei film!
      Se mai dovessero fare un telefilm sulla saga che ha rapito il mio cuore e mi ha fatta, mi fa e mi farà sognare per tutta la vita, non credo che sarei in grado di reggere il confronto con la saga cinematografica, che tutti criticano ma che per cui tutti nel luglio del 2011 hanno pianto e si sono commossi.

      Rispondi
  3. cincy

    Sarebbe bellissimo se lo facessero davvero! con delle sceneggiature DIVERSE da quelle di Kloves e più fedeli ai libri sono sicura che verrebbero realizzati dei film migliori! Ovviamente non potranno mai mettere tutta la storia, però potrebbero realizzare dei film dove i personaggi principali rispecchiano di più i libri! Kloves ha esaltato al massimo il personaggio di Hermione e penalizzato moltissimo altri, sopratutto Ron ma anche Ginny, Tonks, Lupin!

    Rispondi
  4. SiriusJBlack

    Non potrei immaginare una McGranitt che non sia Meggie Smith, una Hermione che non sia Emma e un Piton che non sia Alan!! impossibile trovare un cast sostitutivo… impossibile proprio!

    Rispondi
      • Angie

        secondo me “rovinati” non è eccessivo se si parla di certi personaggi.. la maggiorparte sono perfetti e insostituibili ma altri veramente sono pessimi, e parlo anche di piccole parti..

      • pottertitti

        se c’è una cosa che funziona moltissimo nei romanzi, è la profonda caratterizzazione dei personaggi anche di secondo piano: nei film questi personaggi o sono stati tagliati o sono stati rese a mo’ di macchietta inguardabile. E non parlo di comparse (anche quelle dirette, secondo me, piuttosto male), ma di co-antagonisti o di figure poco presenti ma cruciali.
        Senza voler entrare nel merito del gusto personale, certi errori sono davvero oggettivi ed innegabili, e non mi stancherò mai di dire che un cast “da oscar” non ha proprio senso, se poi non gli offri una sceneggiatura decente e lo spazio necessario x far vedere il proprio talento. Mica si può giudicare un film sulla fiducia, scusate? -_-
        Inoltre, al fianco di attori di talento ce ne sono parecchi che non convincono quasi x niente, non so se perchè diretti male o x quale altro oscuro motivo… Ma il discorso è lo stesso: si guarda ai fatti, non alla potenzialità.
        Il trio è deludente, piatto e sempre uguale, per quanto possiamo esserci affezionati a loro: ho visto ragazzini molto + in gamba recitare in decine di film, drammatici come commedie; fanno un po’ pena anche quasi tutti gli altri attori giovani. Gli adulti sono grandi attori fortemente mortificati, ma anche lì ci sono state scelte che non ho affatto condiviso.

  5. Hels12

    Personalmente sì. Per quanto mi sia affezionata agli attori, non credo che siano istituibili. Ad esempio, per Snape non ci vedo male Tom Hiddleston (Loki di The Avengers, per chi non lo sapesse) e per Harry Darren Criss (Blaine di Glee; ha anche interpretato Harry in A Very Potter Musical, una commedia teatrale che potete trovare subbata su YouTube).
    Trovo particolarmente bella l’idea di una serie tv. Con La Spada Della Verità lo stanno facendo e, anche se l’ho vista solo a pezzetti e bocconi per non spoilerarmi il libro, non mi sembra sia venuta male. In qualsiasi caso ci vuole sì un solo regista, e sopratutto uno che non si concentri sulle pene d’amore Romione tralasciando la storia del Principe mezzosangue com’è successo per il sesto film. E che non mi fotoshoppi Alan Rickman al punto di far sembra i ricordi di Snape un videogioco.

    Rispondi
    • Lunablu

      Mi dispiace doverti rivelare che la spada della verità è un vero scempio!se non hai ancora letto i libri posso capire che non ti embri male(belli i combattimenti, belle le ambientazioni)…ma chiunque li ha letti non può che rimanere sconvolto da ciò che hanno creato, anzi, “storpiato”. Game of Thrones purtroppo rimane un unicum (e guarda che pure lì c’è una strettissima collaborazione tra produttori e autore). ciò non significa che cambiando la storia non si possa creare un buon prodotto. Mi viene sempre da citare il primo film de La Storia Infinita, ma, per quanto alcuni tendando ancora a criticarli, Il Signore degli Anelli (dove il regista non solo era un grande fan del libro, ma ci è cresciuto con le storie di Bilbo e Frodo) e Game of Thrones rimangono l’eccezione.
      Sarò pure fatalista, ma io penso che sia troppo facile giustificare un fallimento(perché purtroppo per alcuni film lo considero davvero tale)rifacendo la saga. la loro occasione ce l’hanno avuta. dovevano sfruttare al meglio quella e non dare il progetto in mano a alcune persone che sfiorano l’incompetenza e che, con le loro scarse capacità, hanno finito per rovinare anche ciò che di buono c’era nel progetto.
      Per fortuna restano i libri, anzi, i libri al primo posto. Sarebbe stato bello avere una trasposizione più fedele, ma fortunatamente è solo una trasposizione :)

      Rispondi
    • HalfBloodPrincess*

      Tom Hiddleston come Snape sarebbe perfetto anche se mi assicurerebbe un viaggio di sola andata per un centro psichiatrico XD
      A me hanno sempre dato l’idea che nelle loro menti gli unici protagonisti della storia fossero Harry, Ron ed Hermione. E’ vero, loro sono i protagonisti, chiamiamoli protagonisti principali, ma personaggi come Snape sono altrettanto importanti, ma nei film, per quanto costantemente presenti, sono stati troppo sacrificati!! Anche già solo il personaggio di Voldemort, nei film si da per scontata tutta la sua storia, tutta la psicologia che c’è dietro il suo personaggio, si sa solo che è cattivo, ma non si sa come lo è diventato, da che cosa ha avuto origine l’odio che prova, cosa che io reputo importante.
      Forse se la storia fosse portata sul piccolo schermo con una serie TV non sarebbe così poco precisa..quindi secondo me un tentativo dovrebbero farlo.

      Rispondi
  6. Roberta

    NO NO NO ASSOLUTAMENTE NO! NO NO NO NO!
    Parlo per me: sarebbe un trauma. Un VERO trauma.
    Sono cresciuta con Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint e tutto il resto del cast. Non è un semplice cast, è tipo una seconda famiglia, loro sono in TUTTI i miei ricordi di infanzia. Non possono essere sostituiti, e NON VOGLIO che siano sostituiti. Harry Potter si è concluso e vivrà nei nostri cuori per sempre. Non c’è bisogno di fare altri soldi su questa splendida saga, non è un ‘prodotto’, è parte della nostra vita e non voglio che questa storia meravigliosa venga sfruttata come se fosse un Twilight qualunque. NON ESISTE. E potete scrivere 9184723837 motivi per cui voler fare un reboot, ma per me non è neanche da prendere in considerazione questa ipotesi. Sarebbe come sostituire tanti pezzi di cuore, non si può. E basta lamentarci delle cose mancanti nei vari film, PER QUELLO CI SONO I LIBRI. Non è possibile fare un film perfetto, non si possono riprodurre i libri parola per parola, scena per scena. E’ andata così, i film sono questi, è giusto così. E stop.

    Rispondi
    • Dedapotter

      Ora stampo quello che hai scritto e lo incornicio.
      Meno male che c’è ancora qualcuno con la testa a posto!

      Rispondi
      • Angie

        non penso sia questione di testa a posto ma di gusti! nessuno vuole la copia del libro, non esisterebbe. ma se prendiamo Il Signore degli Anelli già citato vediamo bene come sia un adattamento quasi perfetto! I film “fatti male” non sono intesi così perchè “non uguali” ai libri ma perchè scritti male, tagliuzzati e con tante occasioni sprecate. Insomma io adoro i film di HP ma quando vedo il 4 e il 6 non posso non disgustarmi dalla quantità di ormoni adolescenziali resi in modo RIDICOLO e riversati nei due rispettivi film. quando guardo l’ottavo film, per quanto mi piaccia e per quante lacrime abbia versato, non posso non storcere il naso pensando alla quantità ENORME di materiale GIRATO ma MAI MONTATO! (il film PIU’ CORTO della saga -.-) La saga di HP dal punto di vista filmico è validissima e aveva un altissimo potenziale che è stato molto ridotto anche grazie a case produttrici che lo indirizzavano ad un pubblico “infantile” censurando di qua e di la e a una sceneggiatura che è stata in grado di sostenere il peso della trama fino al 3 film quando i libri erano dei tomi piccoli.
        Mi riguarderò a vita i film di HP, ma non posso negare che son pieni di difetti e occasioni sprecate.. e proprio perchè amo la saga lo dico.

      • pottertitti

        Ah, adesso che non ama le pessime sceneggiature di Kloves e la faccia inespressiva di Danile Radcliffe è fuori di testa?? andiamo bene -___-

      • Dedapotter

        Non ho mai detto che Daniel “emozionidiuncucchiaino” Radcliffe sia un grande attore e che le sceneggiature di Kloves siano perfette, ma a sentir voi i film sono da buttar via… Io tutto questo schifo non l’ho visto… (escludendo il Principe Mezzosangue, che era davvero da infarto ç__ç). Nonostante i film non siano perfetti penso che ogni attore, regista o sceneggiatore si sia impegnato per far raggiungere alla saga il successo che ha oggi.

  7. pottertitti

    ma magari!!!!
    Mi piacerebbe + una serie tv che nuovi film, però. Condivido tutte le motivazioni esposte nell’articolo, ma in primo luogo lo vorrei per vedere delle interpretazioni migliori, del protagonista IN PRIMIS… -___-‘

    Rispondi
  8. mirta

    Io credo che apprezzerei un remake cinematografico, ci sono tante cose che i film non hanno fatto vedere e che hanno messo in crisi gli altri film! Per esempio quanti fan che hanno solo visto i libri (se si possono chiamare fan) hanno capito chiaramente gli ultimi due film senza l’aiuto di amici che invece li hanno letti? Io, per esempio, ho dovuto spiegare a mia sorella metà film! Per esempio Bill e Fleur, senza aver letto i libri come si poteva collegarli? E Tonks e Remus? Del 3 film poi è meglio non parlare, considerato che è stato un totale disastro! Per non parlare dei poveri Pix, Winky e Charlie che sono stati tagliati, considerato che Charlie oltretutto ha pure fatto la figura di quello che non si presenta al matrimonio del fratello! Oppure gli occhi marroni di Lily Evans inspiegabilmente simili a quelli azzurri di Harry!

    Rispondi
  9. Dedapotter

    Una serie TV?!
    Ma ci siamo bevuti il cervello?
    Io non sono d’accordo. Spezzettandolo si perde tutta la tensione e l’emozione che c’è in un film. Non ce lo vedo proprio.

    I film non saranno certo al livello dei libri, ma reggono abbastanza bene il confronto.
    Il cast è stramegafantastico, dobbiamo riconoscerlo! Alcuni personaggi sono davvero identici a quelli descritti nei libri! Vogliamo parlare della suprema bravura di Helena Bonham Carter nell’interpretare Bellatrix? E poi Fiennes, la Smith, Branagh, Gambon, Gary Oldman, l’immenso Rickman e tanti altri.

    L’unico punto su cui mi trovo d’accordo è il 7. Quando al cinema mi sono vista roteare davanti i pezzetti di Bellatrix e Voldemort mi sono davvero arrabbiata. Da quando l’ Avada Kedavra fa esplodere? Oppure, sempre nei Doni della Morte, lo scontro finale Harry-Voldemort che sembra un incontro di bungee jumping… Che amarezza! ç__ç

    Riepilogando, a me la saga cinematografica piace così com’è. Non sono d’accordo nè per un reboot e nè per una serie TV.

    Rispondi
  10. SlythSev

    In effetti non avevo mai pensato ad un telefilm ma devo dire che mi pare fantastica come idea. Certo ci sono problemi considerevoli primo fra tutti il fatto che prendi un bambino oggi per interpretare un personaggio per 10 anni minimo, insomma la trama stessa credo ponga dei problemi per la scelta di un cast… comunque non mi dispiacerebbe nemmeno un remake dei film ma i tempi non sono ancora maturi… forse un giorno

    non mi trovo però d’accordo con il 4 punto… dire che il cast nn sia impegnato solo perché Gambon nn leggeva i libri… è chiaro che un attore del suo calibro si ritenga bbastanza abile da interpretare un ruolo senza bisogno di “aiuti” supplementari… ciò che voglio dire è che non si può condannare un cast per le colpe di un singolo attore o quanti essi siano. E poi dobbiamo anche metterci nei panni di chi ha REALIZZATO questi film… non potevano sapere tutto e di certo zia Jo non poteva rivelare tutta la trama già nella pietra filosofale…

    Rispondi
  11. Edoardo

    L’idea di una serie televisiva in stile Game of Thrones, capace di mantenere una buona fedeltà al materiale originale, mi è sempre sembrata un ottima idea, tuttavia devo ammettere che ormai identifico praticamente tutti i personaggi con i loro attori cinematografici (eccetto Michael Gambon: l’unico vero Silente per me resterà sempre Richard Harris, riposi in pace), pur considerando i film nettamente inferiori ai libri (per me gli unici veramente riusciti sono i primi due), quindi vedere Harry, Ron, Hermione e compagnia bella con un altro volto potrebbe risultare difficile, almeno per me. Per concludere sono a favore di un reboot, però non subito: il fenomeno cinematografico non è finito molto tempo fa, quindi credo che sarebbe meglio aspettare ancora qualche anno affinché i futuri spettatori si “disabituino” per bene alla vecchia serie di film.
    Ah, e comunque io avrei pagato oro per vedere Chris Columbus alla regia di tutte le altre pellicole: secondo me è l’unico che è riuscito a catturare lo spirito dei libri.

    Rispondi
  12. Ivy

    Dunque, direi che ci sono sia perplessità che punti a favore. Una serie televisiva, a mio avviso, non sarebbe poi così tragica come molti sostengono. Personalmente, ho quasi detestato la serie cinematografica di Harry Potter, apprezzando solo gli effetti speciali, le ambientazioni e alcuni particolari “marginali”, ma non ho mai amato più di tanto il come è stata sviluppata l’intera serie. Chi è cresciuto con i libri come la sottoscritta, chi li ha letti decine di volte, e chi ha scoperto rileggendoli tutti quei particolari che si fondono nel settimo libro, ha trovato i film sconnessi e a volte con veri e propri buchi neri. Ovviamente, un film non può di certo superare le 3 ore, i prezzi di produzione devono essere astronomici, quindi alla fine uno dice, “vabbè hanno fatto quel che potevano”. Per questo sarei a favore di una serie tv, che potrebbe essere sviluppata in altro modo, focalizzandosi su dettagli che – all’apparenza insignificanti – hanno invece una rilevanza fondamentale. Darei molto più valore ad alcuni personaggi che non hanno avuto lo spessore che era stato dato loro nei libri, e per quanto riguarda gli attori… be’, Harry Potter per me NON è Daniel, Hermione non è Emma, e via di seguito. Per me i personaggi sono quelli dei libri, quelli che ho immaginato nella mia testa, quei personaggi che la Rowling ha descritto così minuziosamente da porterli “vedere” con gli occhi della mente. L’Harry dei libri non ha i capelli castani e gli occhi azzurri, ma capelli neri e occhi verde smeraldo. Per molti sembrerà un dettaglio insignificante, per me è fondamentale. Se poi un attore – che riesce a dare spessore al personaggio in cui deve immedesimarsi – è biondo invece che castano, be’, pace, preferisco una recitazione convincente. Non identifico – nei film – i personaggi con gli attori per un fatto esteriore, ma per come riescono a trasmettermi i sentimenti del personaggio che devono rappresentare sullo schermo. Daniel a mio avviso, soprattutto a lungo andare nei film, quando il ruolo di Harry iniziava a richiedere un certo spessore e un certo struggimento, non ha fatto quello che doveva. Daniel non mi ha trasmesso quello che l’Harry dei libri mi ha fatto sentire. Non ho idea se sia colpa della sua recitazione, o se sia colpa della sceneggiatura e di come i registi hanno voluto far svolgere gli eventi, sta di fatto che non mi ha convinto. In succo, sono favorevolissima a un possibile “cambio” di prospettiva, per vedere se una saga del genere può essere migliorata e riadattata a qualcosa di più attinente ai libri. Inoltre, ritengo che un possibile e insistente “no” al reboot, da parte della stragrande maggioranza di persone, possa essere dovuto al semplice fatto che molti non hanno letto i libri ma solo visto i film. In quel caso, non varebbe nemmeno la pena di discutere, dato che – a mio avviso – il libro ha qualcosa di davvero “magico” che nemmeno tutti i film del mondo potrebbero imprimere nel piccolo o nel grande schermo =w=

    Rispondi
  13. AleHorcrux

    NO! Assolutamente NO! un reboot rovinerebbe tutto! Non concordo con nessuno dei 7 motivi, specialmente quello che riguarda il cast! che cacchio significa “trovare un cast di talento”? un cast migliore di Harry Potter non esiste! al massimo si può dire che i tre interpreti principali non siano da oscar , ma ciò non significa che non siano bravi, e vogliamo parlare del resto del cast? se sperano di trovarne uno migliore, sono degli illusi, perché non lo trovano da nessuna parte!
    I film sono perfetti così come sono, poi è ovvio che i libri sono migliori , ma è sempre così: nessun film è mai all’ altezza del libro da cui è tratto! è inutile continuare a lamentarsi dei cambiamenti , perché quelli ci sono sempre!
    un film non deve necessariamente essere totalmente fedele al libro per essere un ottimo film!
    Questi sono i film che sono stati tratti, i film con cui siamo cresciuti, quelli di cui aspettavamo con ansia l’uscita, e sono questi gli attori con cui i potteriani si sono affezionati e che hanno dato vita ai nostri eroi!
    un reboot, per quanto fedele possa essere all’ opera originale , non sarà mai la stessa cosa!

    Rispondi
  14. Elena

    Io sono d’accordissimo con tutti i punti, tranne forse quello del cast. Una serie tv sarebbe il mio sogno!

    Rispondi
  15. Valerio

    Una miniserie sarebbe fantastica, tranne per il fatto che cambierebbero gli attori e a questo punto, dopo 12 anni, non riuscirei mai ad immaginare Harry, Ron o Hermione con delle facce diverse

    Rispondi
  16. mem

    Sono alquanto ambivamente all’idea,sicuramente ci sono lati positivi e negativi in entrambe le posizioni
    L’idea di un reboot soprattutto televisivo potrebbe dare nuova linfa alla saga o potrebbe, se non distruggerla, comunque danneggiarla.
    Premesso che ci sono alcune serie televisive di uno straordinario livello qualitativo,si pensi a Mad Men, Boardwalk Empire e a tutti i lavori di Aaron Sorkin (in particolare The West Wing)i mezzi che la televisione ha a disposizione:budget, forte pressione degli azionisti e limitate possibilità in termini tecnici, forse non si adatterebbero benissimo al racconto di una storia che prevederebbe, per sua fisiologia interna, grande uso di spettacolarità, effetti speciali e quindi ovviamente la necessità di una valanga di quattrini.
    Devo però confessare che, nonostante ci sia una parte di me che è restia al rifacimento, proprio per i rischi, c’è ne è un’altra, la parte più impulsiva che adorerebbela possibilità di veder meglio trattati alcuni passaggi e temi: flashback mirati(basti pensare alla storia della McGranitt che la Rowling ha raccontato su Pottermore)più aderenza ai personaggi (vi prego non mi svilite il mio RonRon)e in generale maggiore spazio a momenti e situazioni che ovviamente sono trascurati in un film di due ore.
    Certo queste stesse premesse potrebbero essere la deriva del progetto, chi si immagina un Severus Piton diverso da quell’istrionico e talentuosissimo buontempone di Alan Rickman, e quella svitata della Narcissa potrebbe avere una faccia diversa da quella di Mrs Burton?.
    Certo per citare Socrate”solo gli dei lo sanno” quello che noi poveri e derelitti fans possiamo sperare è che i possibili creatori della possibile serie non si facciano convincere solo dai bling bling e che mantengano un ‘atteggiamento di serietà nei confronti del progetto: in parole povere, fa cagare? allora non se ne fa nulla!(ovviamente per questo confido molto in J.K.)

    Rispondi
  17. Grenger90

    io non sono d’accordo perchè non riuscirei a vedere un altro cast che sostituisce il primo però è vero la saga è finita ma ho la sensazione che non si sia rivelato tutto. io proporrei invece di approfondire i personaggi e le storie con i film, ad esempio io farei un film su piton e la sua storia o uno su voldemort o anche sui genitori di harry insomma approfondire le realtà prima di harry potter in modo che molti dettagli non detti nei film si potrebbero dire ora senza però fare un reboot

    Rispondi
  18. Milly

    I film di Harry Potter a mio parere sono stati abbastanza deludenti. Non parlo dei conprensibili tagli che si sono dovuti effettuare sulla trama nè degli inevitabili adattamenti a cui si è dovuto ricorrere per rendere possibile una versione cinematografica.
    Ciò a cui mi riferisco è ben altro, in primo luogo lo stravolgimento totale che il carattere di alcuni personaggi ha subito a causa di una sceneggiatura che ben poco aveva a che fare con la storia dei libri o della totale mancanza di immedesimazione degli attori. Primo fra tutti il caro Daniel Radcliffe che con la sua proverbiale capacità recitativa ha reso Harry Potter uno dei personaggi cinematografici più inutili di sempre, in contrapposizione netta con l’indimenticabile Harry Potter cartaceo. Ancora adesso mi chiedo se codesto “attore” abbia mai veramente provato a fare il minimo sforzo per provare ad immedesimarsi in Harry e se si sia mai sforzato di far trapelare almeno una minima parte di tutto ciò che Harry ha provato durante quei 7 anni.
    Purtroppo Radcliffe non è un’eccezione, non si può non parlare di Michael Gambon e del suo Silente in versione checca isterica che ha ben poco da spartire con Albus Dumbledore, Bonnie Wright e la sua Ginny che come personaggio ha un impatto pressochè insesistente (e qui la colpa è della sceneggiatura più che dell’attrice), il bravissimo Ralph Fiennes, anche lui profondamente penalizzato dalla sceneggiatura, il cui Voldemort più che sembrare uno spietato emblema del male e della discriminazione, sembra più una parodia di se stesso, e persino la bella Emma Watson che all’inizio sembrava rappresentare una Hermione così perfetta col tempo ha dato il suo contributo per renderela sempre più out-of-chatacter.
    C’è ovviamente anche da dire che altrettanti personaggi sono assolutamente perfetti nei loro ruoli (Alan Rickman, Maggie Smith, Evanna Lynch) ma se già il protagonista non è adatto, è chiaro che difficilmente gli altri personaggi potranno compensare alla sua mancanza.
    Ci sarebbe poi da parlare della completa distruzione della magica atmosfera del libri che così bene era stata riportata nei primi due film ed invece successivamente è venuta completamente a mancare, oppure dei buchi nella trama causati dalla sostituzione di scene fondamentali con inutili siparietti inventati sul momento per strappare allo spettatore un sorriso nei momenti meno opportuni o scene di portata apocalittica di dubbia utilità.
    Quindi si, mi cadono un po’ le braccia a sentire gente che rifiuta in modo così categorico la possibilità di un reboot futuro di questa serie adducendo come unica motivazione l’assoluta perfezione degli 8 film o l’impossibilità di vedere i tre protagonisti con una faccia che non sia quella di Daniel, Rupert ed Emma. Beh, sinceramente per me, al contrario, Harry, Ron ed Hermione non hanno mai avuto nè mai avranno la faccia di nessun attore e credo che così dovrebbe essere.

    Detto questo, concordo PIENAMENTE con tutti i punti, anche se senza dubbio adesso è troppo presto per un reboot ma sicuramente se in futuro venisse proposto e se, questa volta, il lavoro venisse affrontato con capacità e professionalità da parte sia degli attori che del regista, non potrebbe che farmi piacere.

    Rispondi
    • pottertitti

      “Harry, Ron ed Hermione non hanno mai avuto nè mai avranno la faccia di nessun attore e credo che così dovrebbe essere.”

      Così è, infatti! Per altro, il remake e le diverse chiavi di lettura sono un fatto tipico delle opere + grandi e significative! E’ come dire che nessuno potrà + interpretare Mosè dopo che abbiamo visto Charlton Heston nei suoi panni…

      Rispondi
      • HalfBloodPrincess*

        Concordo!! Ricordo a tutti che prima di essere rappresentato così magnificamente dal signor Jackson, la saga de Il Signore degli Anelli è stato serie TV e, se non erro anche una sorta di cartoon. Questo per dire che, secondo me, bisogna tentare più volte, bisogna trovare l’adattamento giusto, che magari nel caso di HP non è il cinema ma una serie TV, oppure dei film che si concentrino maggiormente sulla storia piuttosto che soffermarsi su sciocchezze riducendo lo spazio per le cose veramente importanti come è stato fatto soprattutto negli ultimi film.

      • Milly

        Concordo su ogni punto! Basta pensare a grandi personaggi letterari, come ad esempio Sherlock Holmes o Robin Hood, tanto per citarne due. Quante diverse interpretazioni di questi personaggi sono state fatte nel corso degli anni? È impossibile contarle, dunque perché per Harry Potter la cosa dovrebbe essere diversa? Una serie così piena di potenzialità ancora da esprimere perché dovrebbe essere ritenuta terminata?
        Questo ciclo di film, per i vari motivi, non é stata all’altezza del ricchissimo e dettagliatissimo mondo che la Rowling ha creato né della complicata psicologia dei numerosissimi personaggi. Dunque noi fan dovremmo essere i primi ad essere felici se in futuro ci saranno nuove possibilitá per questa fantastica serie, che siano nuovi film o una serie tv o, perché no, una serie di animazione magari.
        Quel che secondo me é certo é che il futuro riserva ancora molto per Harry Potter, perché una serie indimenticabile come questa é destinata a continuare ad ispirare le generazioni future e a rifiorire in nuovi modi che magari ora noi non immaginiamo nemmeno!

  19. Luna96

    Sicuramente l’idea potrebbe sembrare allettante. In particolare per noi fan che conosciamo benissimo i libri, letti e riletti, siamo affezionati ai numerosi particolari e siamo rimasti delusi da alcuni lati della trasposizione cinematografica.
    Ma mi sembra assurdo pensare ad un reboot e, dei punti qui sopra, forse solo il primo ha del vero: quando giravano La pietra filosofale non sapevano quello che sarebbe capitato ad un personaggio ne I doni della morte e quindi potrebbero aver eliminato dettagli preziosi.
    Comunque, ritengo che queste non siano motivazioni sufficienti.. E poi cosa vuol dire trovare un cast migliore? Mi state dicendo che non avete amato l’interpretazione di Gary Oldman, Maggie Smith, Emma Watson, Rickman, Fiennes o della magnifica Helena?

    Rispondi
    • esenga

      Gary Oldman,Maggie Smith,Helena Bohnam Carter,Ralph Fiennes,Alan Rickman sono degli attori eccelsi e hanno fatto del loro meglio (se non di più in certi casi)sicuramente le loro interpretazioni sono state amate da(quasi)tutti. Maggie,Alan,Helena,Gary secondo me sono stati perfetti però… non mi puoi mettere l’interpretazione di Emma Watson insieme a questi grandi…Nei primi film era bravissima però a mio parere con il tempo è andata peggiorando o almeno io non vedevo più Hermione sullo schermo e mi è dispiaciuto veramente tanto

      Rispondi
      • robbykate

        Secondo me non è tanto peggiorata lei, quanto la sceneggiatura…Per me lei è molto brava..naturalmente non al livello di Helena e degli altri citati da te, ma conta anche che questi hanno un esperienza di anni e anni..

      • Luna96

        Gli attori che ho citato sopra erano un esempio di impegno e costanza. Sicuramente Emma non può essere paragonata a Helena o ad attori del suo calibro, ma il motivo è semplice: lei è ancora giovanissima!
        Comunque, a mio parere, sta sviluppando una promettente carriera ;3

  20. Jose..PhoenixNewt11

    A me Gambon è piaciuto..per quanto riguarda poi il reboot vedrei bene una serie TV come è stata fatta con I Pilastri della Terra (peró non credo la faranno..probabilmente coi film si guadagna di +) ma allo stesso tempo credo che sia troppo troppo presto pensare di vedere un qualsiasi attore che non sia Radcliffe interpretare Harry :)

    Rispondi
  21. robbykate

    Please non toccatemi il trio 😀 sono d’accordo con tutto più o meno, ma ho sempre pensato che Emma, Dan e Rupert fossero dei bravissimi attori..inizialmente forse Emma mi convinceva di meno, ma crescendo si è dimostrata -secondo me- una bravissima attrice..ora la adoro, in the Perks è stata perfetta. Dan a mio avviso è bravissimo..cura ogni minimo particolare in quello che fa ed è davvero un ottimo attore. A teatro è fantastico :) e che dire di Rup..ha una naturalezza impressionante. Non so se sono solo io a pensarla così, sarà che ormai ci sono affezionata…:)

    Rispondi
  22. Domipotter98

    Io credo che un remake se verrá fatto dovrá essere fatto tra un po’ di anni perchè troppo vicino sarebbe controproducente. Come per esempio per la prima saga di spiderman, a cui mi sono appassionato molto ma l’ultimo amazing spiderman sia per la troppo vicinanza sia perchè è stato prodotto male non mi è piaciuto e mi ha deluso.
    Il problema della trasposizione di questa saga è che è molto lunga e richiede tanti anni di lavori, di casting, di scrittura del soggetto e NON È ASSOLUTAMENTE FACILE TROVARE UN REGISTA UNICO E UN TEAM UNICO. Siamo stati fortunati che non hanno cambiato gli attori per uno stesso personaggio, eccetto che per silente ma solo perchè l’attore è deceduto. Sarebbe sicuramente da provare una serie tv,magari 4 episodi di 1,5/2 ore per libro, ma con una regia comunque non televisiva, perchè non mi piace assolutamente e anche un cast composto da attori del cinema inglese con anche interpreti delle TV.

    Rispondi
  23. Domipotter98

    Riguardo i tre attori principali, non è stato facile per loro essere catapultati nel mondo del cinema e quindi nei primi film non sono stati all’altezza del compito, ma poi non sono stati male.Soprattutto Emma che è la migliore dei tre ed è innegabile che sia una delle migliori attrici del panorama giovanile odierno.Forse sarebbe stato meglio che fossero stati scelti ragazzi con giá esperienze attoriali alle spalle. Infine a me piacerebbe di più, vedere un continuo della storia ambientata all’età di 30 anni di harry con alcuni attori uguali (Dan,Emma,Rup) e altri diversi anche per introdurre nuovi personaggi. Quindi mi affido alla Rowling che spero scriva qualche altro libro sequel da cui estrapolare questo nuovo film.

    Rispondi
  24. Marco

    Film intoccabili? Ma per favore.

    Capisco che qualcuno si sia affezionato ai personaggi (e anche a me alcuni di loro piacciono parecchio), ma i film (e le storie) intoccabili sono altri. Sherlock Holmes è un personaggio storico, molto più di HP, e quante volte è stato rimaneggiato? Qualche volta i risultati non saranno stati esaltanti, ma altre volte si sono dimostrati sorprendenti; basti pensare alla serie della BBC. Sentendo alcuni sembra che scambino i libri della Rowling per l’Odissea (se non addirittura la Bibbia).

    Sicuramente l’aver a disposizione tutti i libri, sin da subito, potrebbe essere un vantaggio enorme – ed in effetti ho sempre pensato che se i film li avessero fatti dopo sarebbe stato meglio – quindi, per questo motivo, non mi dispiacerebbe un remake, specialmente sotto forma di serie tv.

    Rispondi
  25. Albus Silente

    Non se ne parla :/
    Dopo essermi affezionato agli attori originari e dopo che loro si sono affezionati alla saga, non dovrebbero cambiare la loro immagine, loro che hanno trasformato le parole dei libri in realtà.
    Io non posso pensare a Harry, con la faccia diversa da quella di Dan.
    Per me è assolutamente no.

    Rispondi
  26. Bellatrix90

    Assolutamente contraria. Ormai la saga è stata fatta, i personaggi hanno assunto dei volti e quelli rimarranno. I film non mi hanno completamente soddisfatta ma credo siano stati fatti abbastanza bene..ogni volta che andavo al cinema a vedere il nuovo film di HP trovavo tutti i minimi difetti e mancanze rispetto al libro, ma è anche questo il bello…i film non sono e non dovranno mai essere dei sostituti dei libri, ma solo un qualcosa in più per avvicinarci al mondo creato da zia Jo. Ogni volta che vorrò andare al complemorte di Nick quasi senza testa o appoggiare il C.R.E.P.A. mi basterà riaprire il libro e farlo…sono i libri l’unica cosa importante, e un reboot del film mi sembra un’idea agghiacciante. Spero vivamente che non lo facciano mai, perchè sarebbe solo un modo per fare più soldi, di certo non qualcosa creato per noi veri potterhead!

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.