Il regista di Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban sarà nel comune di Pietrasanta (Lucca), questo weekend, per presentare il suo ultimo film fantascientifico Gravity. Cliccate su Leggi Tutto per saperne di più!Alfonso-Cuaròn

Ecco il comunicato stampa diffuso dalla Warner Bros. Italia:

Il 21 settembre alle ore 20.00 il Cinema-Teatro Comunale ospiterà il film d’apertura della 70. Mostra del Cinema di Venezia.

Gravity, interpretato da George Clooney e Sandra Bullock e diretto dal regista messicano Alfonso Cuarón ha riscosso un grande successo a Venezia dove è stato presentato Fuori Concorso ad apertura della Mostra.

Proprio il regista Cuarón ha scelto di portare il film a Pietrasanta, città con cui da anni è molto legato affettivamente. Il film sarà proiettato in 3D in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Al termine della proiezione, Alfonso Cuarón risponderà alle curiosità di pubblico e stampain compagnia dell’attrice Kasia Smutniak, madrina della precedente edizione della Mostra del Cinema edel giornalista Sky Francesco Castelnuovo.

I premi Oscar Sandra Bullock (“The Blind Side,” “Ricatto d’amore”) e George Clooney (“Tra le nuvole”, “Syriana”) sono i protagonisti di “Gravity”, un thriller mozzafiato che trascina il pubblico alla deriva nello spazio profondo, diretto dal candidato all’Oscar® Alfonso Cuarón (“I figli degli uomini”).

Bullock è la brillante dottoressa Ryan Stone, alla sua prima missione a bordo dello shuttle, mentre Clooney è Matt Kovalsky, un astronauta esperto al suo ultimo volo prima della pensione.
Ma quella che sembrava una normale passeggiata nello spazio si trasforma in una catastrofe e lo shuttle viene distrutto, lasciando Stone e Kowalsky completamente soli, collegati solo fra loro e fluttuanti nell’oscurità.

Il silenzio assordante in cui sono immersi significa che hanno perso ogni
contatto con la Terra…e ogni speranza di salvezza. Quando la paura si trasforma in panico, ogni sorsata d’aria riduce il poco ossigeno rimasto.

Ma forse l’unico modo per tornare a casa è addentrarsi in quel terribile spazio infinito.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.