Pottermore ha pubblicato una nuova, interessante intervista a David Yates sul set di Animali Fantastici e Dove Trovarli, la prima in assoluto del regista degli ultimi quattro film di Harry Potter.

Ve ne proponiamo la nostra traduzione qui di seguito:

Ci incontriamo durante una pausa delle riprese di una scena; Ezra Miller è in piedi su una scatola di legno a destra, Colin Farrell è seduto su un calesse a sinistra.

“Riesci a credere quanto le riprese stiano volando?” mi dice raggiante. “Per altri film sembra che il tempo non passi mai, per questo invece fila tutto velocissimo. Mancherà a tutti quando finiremo”.

Il regista di Animali Fantastici e Dove Trovarli si asciuga la pioggia dagli occhi, ma è felice. Visibilmente, piacevolmente felice.

“Sono così emozionato. J.K. Rowling era tanto ispirata all’idea di ambientare questo film nel 1926 con un cast di personaggi tutti nuovi. Ho trascorso sette anni a girare quattro dei suoi film di Harry Potter, quindi ero disperatamente in attesa di leggere lo script, ma anche nervoso ovviamente”.

“Lo script è bellissimo, è fresco. Ha un talento unico nel creare personaggi adorabili. Questi sono speciali, sono divertenti e commoventi. Puoi vedere parti di te in loro, o di persone che conosci”.

C’è una piccola esplosione sul set dietro David mentre gli chiedo cosa vede nei protagonisti: il magizoologo Newt Scamander (Eddie Redmayne), l’impiegata del MACUSA Tina Goldstein (Katherine Waterston), la legilimens Queenie Goldstein (Alison Sudol) e il Babbano Jacob (Dan Fogler). Non si tira indietro, ma sorride.

“Newt è semplicemente affascinante. Chiunque abbia mai fatto cose nerd probabilmente si riconocerà in lui. La regia è una professione da nerd dopo tutto. Newt è ossessionato dalle creature e dalla catalogazione di informazioni sugli animali. Quando ero giovane, crescendo nell’Inghilterra del nord, ero ossessionato dagli obiettivi e dalle cineprese, quindi capisco perfettamente cosa significhi essere davvero ossessionati da qualcosa.

E Tina! Una ragazza adorabile ossessionata dalla carriera. Molti di noi che lavorano duramente possono rapportarsi a lei. Jacob è l’uomo comune, o la donna comune; è puro e adoro questo aspetto. Queenie è molto glamour, quasi mondana ma al contempo innocente. Sono tutti fantastici”.

David ha scelto quattro attori per dare vita a questi personaggi con molta attenzione:

Mi è sembrato di formare una rock band, abbiamo esaminato così tante persone. Eddie è stato la nostra ancora, una volta che abbiamo avuto lui a bordo abbiamo costruito il mondo attorno a lui. Gli altri personaggi in questo mondo dovevano interagire con lui, quindi era necessario che ci fosse della chimica con Eddie. Così siamo andati a New York per valutare una serie di bravi attori – tantissimi – per due o tre giorni; uno dopo l’altro nella stessa stanza, ognuno in una scena con Eddie.

Eddie ha dovuto provare alcune scene da questo film così tante volte e con così tanti attori. Quando ha provato Katherine è successo qualcosa, è stato splendido e ricordo di aver pensato: ‘Deve essere Katherine’. E poi con Dan [Fogler]… Eddie e Dan sono come Stanlio e Ollio. L’intesa tra loro due è stata immediata”.

Detto questo, David si immerge nella notte per dirigere la scena successo. Afferro il cellulare, ingrano la marcia e corro fuori dal set, perché se c’è una cosa sul questo set più terrificante di un Lethifold, è finire nell’inquadratura.

vlcsnap-2015-12-16-01h38m42s47

ANIMALI FANTASTICI E DOVE TROVARLI – DA NOVEMBRE 2016 AL CINEMA

Ecco la trama ufficiale:

Animali Fantastici e Dove Trovarli ha inizio nel 1926, con Newt Scamander che ha appena concluso un viaggio in giro per il mondo per cercare e documentare una straordinaria serie di creature magiche. Fermatosi a New York per fare una breve pausa, tutto potrebbe filare liscio come l’olio… se non fosse per un Babbano (No-Maj in americano) di nome Jacob, una valigetta lasciata nel posto sbagliato, e la fuga di alcuni degli Animali Fantastici di Newt, che potrebbero causare molti problemi sia nel mondo magico che in quello babbano…

VISITA LA SEZIONE DEDICATA AL FILM

Rispondi