In La Valigia di Newt Scamander: Esplora i segreti del film Animali Fantastici e Dove Trovarli (ordinabile qui) è presente un’informazione di grande importanza che pone fine ai dubbi dei fan scatenati dal film nelle ultime settimane.

Nella pellicola di David Yates scopriamo infatti da Graves che Newt è stato “cacciato da Hogwarts per aver messo in pericolo la vita di una persona con un animale“.

Ebbene, dal prezioso volume edito da Harper Collins Italia, scopriamo che in realtà il giovane magizoologo NON è stato espulso da Hogwarts come molti credevano. Si parla di “Proposed Expulsion”, perciò con tutta probabilità si è trattata di una sospensione di natura temporanea, permettendo così al Tassorosso di proseguire gli studi e tenere la sua bacchetta.

Il motivo? Come già detto, l’aver messo in pericolo la vita di uno studente di Hogwarts con una creatura magica. Quello che però la Valigia chiarisce è che l’incidente è avvenuto in realtà a causa di Leta Lestrange, ma Newt ha deciso di farsi carico di tutta la colpa.

È possibile che Albus Silente, affezionato al ragazzo e consapevole dell’atto di coraggio, abbia deciso di opporsi con vigore alla sua espulsione.

Come già anticipato da J.K. Rowling, questo e molti altri segreti saranno svelati nel secondo film in arrivo nel 2018.

Questo uno scan del trafiletto:

 

valigia

 

La Valigia di Newt Scamander: Esplora i segreti del film Animali Fantastici e Dove Trovarli è disponibile nei migliori negozi di libri e su Amazon.

1 risposta

  1. Anna lisa

    Questo è quello che intendo quando dico che “manca” qualcosa dietro alla saga di Scamander.. Gli appassionatissimi seguono Pottermore e quindi leggono i “gossip” della storia, ma chi, pur appassionato, non segue su internet ,si ritrova con buchi pazzeschi nella narrazione. Imploro la signora Rowlings di scrivere i libri sulla storia di Scamander e sul mondo americano della magia( siamo in moltissimi a desiderarlo), affinchè restino capolavori che, come film, finirebbero, anche se dopo anni, nel dimenticatoio e che inevitabilmente hanno ( e si avverte) uno spessore infintamente inferiore a quelli di Harry che ha dietro tutto uno studio sulla psicologia dei personaggi e del mondo che li circonda.Sarebbero storie che leggeranno anche i nostri nipoti..Altro esempio: su Grindewald , nel film si danno per scontate informazioni che lo spettatore/lettore di Harry Potter non ha , se non l’accenno al furto della bacchetta della morte, da giovane; ma chi sia , cosa rappresenti(anche per Silente) e quali siano le sue idee, lo sa solo chi segue qui. Stesso discorso per la Valigia di Newt…

    Rispondi

Rispondi