Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald presenta, come il suo predecessore, una serie di scene che “mancano all’appello”, ovvero sequenze mostrate in fase di promozione (o nei libri di approfondimento che accompagnano l’uscita del film) e poi tagliate dal montaggio finale.

A occhio e croce dalla pellicola di David Yates questa volta manca parecchio materiale e il motivo è da attribuire al gran numero di personaggi presenti nella pellicola. A differenza del primo film questa volta la storia segue le vicende di più protagonisti in contemporanea.

A seguire vi proponiamo una ricapitolazione – in collaborazione con Badtaste –  di tutto il materiale tagliato. Chiaramente l’articolo (che aggiorneremo nel corso della giornata) contiene SPOILER sul film.

 

Il Ballo

vEVu3m7y_ovlcsnap-2018-11-19-09h56m11s763 vlcsnap-2018-11-19-09h54m04s390vlcsnap-2018-11-19-09h56m17s659Era una sequenza mostrata nel primo trailer del film e ci regalava un primissimo sguardo a Leta Lestrange. Si tratta di un ballo al quale partecipano sia la ragazza che Theseus Scamander (che si può notare tra la folla) anche se non è minimamente chiaro il contesto.

Che si trattasse del primo incontro fra i due? Per il momento non ci è dato saperlo. I due, comunque, avrebbero dovuto essere protagonisti anche di una scena ambientata ad Hogwarts.

letahogwarts

 

Il Simbolo di Grindelwald

fantastic.beasts.and.ju_19_11_2018_10_43_9_266

Il simbolo dei Doni della Morte circondato da due G. Gellert Grindelwald, ma anche “Greater Good” (il Bene Superiore). È comparso in tutti i materiali promozionali, fa parte del merchandise (ci sono poster e tazze di tutti i tipi), eppure non vi è traccia del simbolo nel montaggio finale della pellicola. A giudicare da uno dei poster il marchio sarebbe dovuto comparire sugli stendardi con cui Grindelwald chiama a raccolta i suoi seguaci.simbolo

 

Qui in basso, invece, assistiamo a una conversazione tagliata tra Queenie e Grindelwald, successiva al momento in cui lui la tranquillizza dicendole di non avere paura di lui.

Ancora una scena con Queenie e Grindelwald, questa volta ambientata in un cortile. Sembra proprio che il passaggio della ragazza al lato oscuro fosse reso più palese:

queenie grindel

Credence

La prima volta che nel film vediamo Credence è nel Circus Arcanus mentre propone a Nagini di scappare. L’inquadratura in alto suggerisce, invece, che nei programmi iniziali Credence dovesse prima apprendere del circo e poi decidere di unirsi al gruppo di circensi. Il ragazzo appare qui con un cappotto e un cappello che non indossa mai nel montaggio finale.

Gli stessi indumenti sono da lui indossati in un’altra sequenza in cui Vinda Rosier lo sorveglia, come potete constatare qui in alto.

Un altro segnale dell’ulteriore cambio di programma sulla storia di Credence in questo film ci è dato da un altro capo d’abbigliamento, questa volta da una giacca che compare esclusivamente nei materiali promozionali, completamente rimossa dal montaggio finale.

 

L’Obscurus

Dopo che Grimmson uccide Irma, Credence trasformato in Obscurus si scaglia contro di lui con tutta la sua forza, anche se l’incantesimo protettivo dell’Auror ha la meglio. Nei piani iniziali Credence avrebbe dovuto comparire in carne e ossa nella scena, usando il suo potere contro Grimmson.

Sembra, poi, che dopo l’assassinio di Irma, Credence e Nagini decidessero di dirigersi sul tetto, forse per discutere di quanto accaduto in una sequenza che appare molto intima. Il ragazzo, poi, avrebbe dimostrato di saper contenere la dirompenza dell’Obscurus.

FANTASTIC BEASTS 2 obs0 obs1 obs3 obs4

Alla Coda della Sirena

FANTASTIC BEASTS 2Newt e Theseus avrebbero dovuto incontrarsi in un pub chiamato “The Siren’s Tail“. Nel montaggio finale della pellicola non è chiaro come faccia Newt a sapere che la risposta alle domande di Tina è contenuta in uno scrigno al Ministero della Magia francese, perciò la sensazione è che Theseus ne avesse fatto parola con Newt proprio in questa occasione.

MinaLima –  i due grafici della serie di Harry Potter e Animali Fantastici – ci hanno raccontato di aver lavorato duramente alle vetrate di questo pub, di cui vi proponiamo un’immagine a seguire.

Il Ministero della Magia francese

Dal Ministero della magia francese manca l’inquadratura qui in alto e una sequenza con Queenie descritta da Alison Sudol:

Al Ministero della Magia francese il pavimento è in pendenza. Tutti i parigini riescono a camminare praticamente fluttuando, senza problemi. […] Queenie ha meno equilibrio, perciò ho dovuto camminare scivolando e ricordo di aver girato un’inquadratura solamente sui miei piedi. Era così divertente, ma l’hanno tagliata. Per tutto il film mi sono chiesta dove fossero finiti i miei piedi, era l’unica cosa che mi importava [ride].

 

In un’altra sequenza ambientata al ministero, questa volta durante la fuga dai Matagot, avremmo dovuto assistere a un ulteriore momento, come raccontato da Eddie Redmayne:

La valigia di Newt gli cade dalle mani e Tina salta per proteggerla. Poi [i Matagot] si avvicinano a Newt, e Leta li scaraventa via. In realtà ho visto un montaggio con quella scena ed era fichissima. È stata tagliata per motivi di tempo.

Newt

A casa di Newt manca questo momento in cui il magizoologo si avvicina alla sua valigia e uno mostrato nel primo trailer in cui Jacob gli chiede: “Vai da qualche parte?” e lui ribatte: “No, ci andiamo insieme“. A seguire, inoltre, un momento in cui autografa il suo libro durante la presentazione a Diagon Alley.

Dall’inizio del film manca inoltre una sequenza in cui Silente usa il suo iconico Deluminatore per evitare di attirare l’attenzione durante la sua chiacchierata con Newt.

 

Silente e Hogwarts

Al di là di un’inquadratura poco rilevante (quella qui in alto), sono diverse le scene con Silente a Hogwarts tagliate dal montaggio finale. Manca, ad esempio, un momento in cui il professore cammina turbato per i corridoi:

E uno, in cui, durante la sequenza dello Specchio delle Brame, punta il dito contro sé stesso.

Nella scena a seguire lo troviamo invece nei pressi di una scrivania con un libro di nostra conoscenza. Si tratta del Rolodex che abbiamo visto a casa di Nicholas Flamel, con una fenice sulla copertina. Non sono disponibili informazioni in merito, ma sembra si tratti di un mezzo di comunicazione tra persone di una certa “rilevanza”: ricordiamo che Flamel nel corso del film contatta Eulalie Hicks, professoressa di Ilvermorny, mentre tra le pagine del volume (come confermato dalla sceneggiatura) c’è anche un “quadro” dedicato ad Albus Silente.

Possibile che si tratti del mezzo di comunicazione di un Ordine della Fenice in fase embrionale? L’organizzazione sarà fondata da Silente per combattere Voldemort, ma nulla vieta che maghi con un particolare legame si tenessero in contatto in questo modo per ogni sorta di consulenza.

Durante la promozione del film Jude Law ha inoltre confermato di aver girato un’altra scena con la professoressa McGranitt, interpretata da Fiona Glascott, anche se non sono chiari i dettagli.

Nei Sotterranei

 

Voltaire

scen

Schermata 2018-11-19 alle 10.59.32 copia vlcsnap-2018-11-19-09h54m14s645 011Yusuf che indaga sull’albergo genealogico dei Lestrange, Tina che prende appunti durante la sua prigionia, una ulteriore scena d’azione nelle gallerie con Newt, Jacob e Tina. I sotterranei parigini avrebbero dovuto ospitare qualche sequenza aggiuntiva a giudicare dalle immagini in questione.

 

 Pick-Up e Riprese Aggiuntive

Il momento in cui Silente dice a Newt di non poter agire contro Grindelwald è stato rigirato, come è possibile constatare dalle immagini che abbiamo preparato.

Una sequenza che invece sembra essere stata girata durante la sessione di riprese aggiuntive è il confronto finale tra Silente e Newt. Per il momento online è disponibile solamente un’inquadratura della sequenza, ma è impossibile non notare quanto sia posticcio il tutto – perfino il ponte, probabilmente già smantellato dopo la fine della produzione principale, sembra interamente ricostruito in CGI. Gli sfondi di campo e del controcampo, poi, sembrano decisamente finti e al di sotto degli standard a cui il franchise ci ha abituato nel corso degli anni.

Basta fare un confronto con una sequenza girata su quello stesso ponte qualche anno prima (foto a seguire).

In uno scatto dal dietro le quinte della scena in questione è possibile inoltre notare come il trucco e l’acconciatura del personaggio interpretato da Jude Law siano leggermente diversi rispetto a quanto visto nel corso della pellicola, a riprova che la sequenza sia stata girata in seguito. Cosa mostrava il finale originale e perché tale azione si è resa necessaria? Bella domanda.

SILENTE news

Il finale alternativo

Nel finale alternativo, dopo gli eventi del cimitero, Nicholas Flamel avrebbe dovuto consolare tutti i protagonisti con dei…croissant! A descrivere la sequenza sono stati Claudia Kim, Callum Turner e Dan Fogler in un’intervista con MTV. Gli attori hanno svelato di aver girato la sequenza nel corso di 3 settimane perché la scena era ambientata al tramonto e la produzione non voleva ricorrere alla CGI. “Tutti piangevano, hanno dato il meglio. Poi in sala montaggio hanno detto: ‘Non possiamo avere una scena così lunga alla fine del film. Tagliamola’“.

nicholas

1 risposta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.