ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SUL FINALE DI I CRIMINI DI GRINDELWALD

In una recente intervista con EW, Ezra Miller ha parlato del finale di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald.

Sono rimasto sconvolto, stupido, confuso, immobilizzato da un petrificus totalus con fascino e meraviglia” ha commentato l’attore. “E ho ancora un mucchio di domande senza risposta“.

Miller ha appreso dell’identità del suo personaggio durante la promozione del primo film: è stata J.K. Rowling a dargli qualche anticipazione. Ha poi svelato che per le riprese del secondo film sapere di essere un Silente (sì, a quanto pare è vero) ha influenzato la sua interpretazione:

Sì, anche se in modo molto, molto subdolo. Questo personaggio sta cambiando, il suo Obscurus sta cambiando, il loro rapporto è insolito. Perciò in virtù di questo mutamento ho avuto la possibilità di fare riferimento a cinque delle mie interpretazioni preferite di tutti i tempi, delle persone che hanno interpretato Albus e Aberforth. Un ringraziamento a tutti quegli attori incredibili. Sono felicissimo di poter giocare un po’ sul fatto che siamo imparentati. Ed è buffo il legame con il nome Aurelius alla luce di uno degli attori ha interpretato Silente.

Il riferimento è chiaramente a Richard Harris che ha interpretato Marco Aurelio nel Gladiatore. Parlando invece del Silente di questo film, è a conoscenza dell’esistenza di un altro fratello? “Davvero non lo sappiamo” ha commentato Miller. “Jude lo sa, ma non vuole dirlo“.

Quanto alle incongruenze con quanto raccontato nei libri di Harry Potter:

Jo è molto brava in questo. Conosce la mitologia così bene e credo che le piaccia confondere un po’ i fan facendogli credere che la cosa non ha senso per poi dare loro la soluzione. Credo si diverta a sbaragliare un po’ le persone. Lo ha fatto un sacco di volte.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.