Animali Fantastici – I Crimini di Grindelwald è da ieri disponibile su tutte le piattaforme digitali mentre dal 14 marzo lo sarà in Dvd, Blu-Ray e per la prima volta con traccia audio italiana in Dolby Atmos nell’edizione 4K UHD.

Il lato positivo dell’edizione iTunes, oltre al fatto di poter fruire della pellicola con più di due settimane di anticipo rispetto alle vendite fisiche, è la doppia proposta della visione del fantasy di David Yates sia in edizione cinematografica che in edizione estesa, che risulta un’esclusiva digitale.

Si tratta di circa 7 minuti di materiale mai visti sul grande schermo (e fruibili solo in lingua inglese) che vanno ad arricchire la storia con dettagli intriganti e un approfondimento dei personaggi di carattere più introspettivo.

È il caso di uno scambio tra Silente e Newt Scamander all’inizio della pellicola, in cui Albus confessa al magizoologo il vero motivo per cui l’ha mandato a New York.

Nella versione arrivata al cinema Newt dice le seguenti battute:

Mi ha detto lei dove trovare il Tuono Alato, Silente. Sapeva che l’avrei portato a casa e sapeva che l’avrei fatto passando per un porto babbano. […] Con tutto il rispetto, professore, non credo che sia per questo che mi ha parlato del Tuono Alato.

A quel punto Silente ignora completamente l’insinuazione del suo ex studente, ma non nella versione estesa in cui spiega:

Silente: Sapevo che Grindelwald avrebbe provato a catturare Credence. Molti anni fa, ebbe una visione in cui un Obscuriale uccideva l’uomo che lui teme più di tutti.

Newt: Lei.

Silente: Pensavo che potessi privare Grindelwald della sua arma, non uccidendo Credence, ma salvandolo.

silente2

Decisamente meno abbozzati risultano essere Credence e Nagini, che con una manciata di scene in più riescono ad acquisire maggiore spessore. C’è ad esempio una bellissima scena, già anticipata dai trailer, in cui l’orfano si dimostra in grado di padroneggiare l’Obscurus senza fare del male alla ragazza. In un altro momento, invece, lui si sveglia abbracciato accanto a lei e poi le confessa di aver paura del rifiuto della sua vera madre.

Altrettanto interessante è una scena estesa con Leta Lestrange di cui già abbiamo visto un assaggio. La sequenza è ambientata subito dopo che Yusuf Kama parla a Tina dell’identità di Credence e della profezia di Tycho Dodonus. Per tutto il film si parla di “voci” di “gente che vocifera” e in effetti durante questa sequenza scopriamo che la profezia è diventata un argomento di discussione tra le persone: la gente crede che Corvus Lestrange sia vivo e quindi un’apparizione di Leta a una serata di gala non passa per niente inosservata.

Leta viene tormentata dall’annegamento anche in questa sequenza, perciò è possibile che la produzione l’abbia ritenuta un momento ridondante, ma è comunque interessante dare uno sguardo alla vita sociale dei maghi ogni tanto.

La vera perla è celata però nel resto dei contenuti speciali, in cui compaiono ulteriori scene tagliate oltre a quelle che arricchiscono l’edizione estesa. C’è ad esempio un prologo alternativo intitolato “La rinascita di Credence” che assieme a “Al Molo” spiega come ha fatto Credence a finire al Circus Arcanus e si apre, tra l’altro, con il logo della Warner Bros. sommerso in acqua con un riferimento ben chiaro alla sequenza dell’annegamento che viene svelata nel terzo atto.

obs4

Del tutto irrilevante è una scena tra Silente e Minerva McGranitt che poco aggiunge all’apparizione del personaggio così controversa tra i fan di Harry Potter.

A seguire vi proponiamo una lista delle scene tagliate: quelle contrassegnate dall’asterisco sono state inserite nell’edizione estesa.

  • La rinascita di Credence
  • Al Molo
  • Chiacchiere per strada*
  • Ballo da sala*
  • Tina e Skender
  • Lo scantinato di Newt**
  • Mormorii*
  • Newt e Jacob vanno da Kama
  • Nagini e Credence nel vicolo*
  • Silente e la Mcgranitt*

Tra i contenuti speciali, che sottolineano il durissimo lavoro, la grande tecnica e l’arte dietro una produzione simile, una menzione speciale va a “Maghi sullo schermo, fan nella realtà” in cui Ezra Miller e Evanna Lynch (Credence/Aurelius e Luna Lovegood) assistono per la prima volta a sequenze dai Crimini di Grindelwald e le commentano insieme. Nel corso del contenuto di circa 20 minuti i due ragazzi condividono il loro amore per il Mondo Magico ed esplorano i collegamenti tra i film di Harry Potter e quelli di Animali Fantastici. Impressionante è la quantità di dettagli dei libri di cui è a conoscenza Miller, mentre è molto bello il momento verso la fine del contenuto in cui i due leggono un passo da Harry Potter e i Doni della Morte.

In conclusione l’edizione estesa di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald è un’ottima consolazione per i fan della saga che potranno godere di alcuni momenti inediti e di dettagli aggiuntivi sulla storia in attesa dell’uscita del terzo episodio. Lo spettatore meno appassionato, magari in cerca di maggiore chiarezza nella storia, purtroppo ci troverà poco. Per quanto complete di effetti visivi e di colonna sonora le scene aggiuntive sono segnalate da un apposito messaggio in sovrimpressione e non sono frutto di un lavoro meticoloso di ristrutturazione del montaggio (una cosa di cui il film avrebbe potuto giovare, anche a costo del ritmo), come nel caso di altri prodotti decisamente più riusciti.

C’è ancora tantissimo materiale sepolto negli archivi della Warner Bros. che potrebbe raccontare un film molto diverso, ma questa è un’altra storia.

Animali Fantastici – I Crimini di Grindelwald è acquistabile su iTunes a questo indirizzo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.