Nel nuovo numero di Empire Magazine (sugli scaffali britannici a partire da domani), è presente una piccola lettera indirazzata al giornale, scritta da Alan Rickman (Severus Piton) riguardo la fine della saga di Harry Potter. Potete leggerla qui di seguito su Leggi Tutto.

A Empire Nagazine
26 Aprile, 2011
Sono appena tornato da una sessione di doppiaggio dove ho prestato la voce a Severus Piton per l’ultima volta, definitivamente. Sullo schermo c’erano alcuni flashback di Daniel, Emma e Rupert di dieci anni fa. Avevano 12 anni. Sono tornato da New York da poco, e mentro ero lì ho visto Daniel cantare e ballare (in modo magnifico) a Broadway. Ho visto scorrere la mia vita davanti agli occhi.
Tre bambini sono diventati adulti. Tutto è iniziato dopo una telefonata di Jo Rowling contenente un piccolo segreto. Mi aveva fatto capire che in Piton c’era più di un’abitudine a portare gli stessi indumenti e che sebbene soltanto tre libri fossero usciti a quel tempo aveva appena riposto l’intera e intricata serie di eventi in mani sicure.
Il bisogno di ascoltare una storia risale ai tempi antichi. Ma una vera storia ha bisogno di un buon narratore.
Grazie di tutto questo, Jo.
Alan Rickman